Era latitante da 9 mesi. Foggiano preso a Monte Sant’Angelo.

Personale della Squadra Mobile della Questura di Foggia e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Foggia, ha tratto in arresto a Monte sant’Angelo (FG) B. F., noto pregiudicato classe 1988, latitante dallo scorso mese di dicembre 2020.

Sul conto dello stesso pendeva, infatti, il provvedimento di ordine di carcerazione per la condanna  alla pena di 8 mesi di reclusione, perché resosi responsabile dei  reati di violenza privata e lesioni personali nonché violazione del provvedimento della sorveglianza speciale previsto dal d. lsg. 159/2011 precedentemente emesso nei sui confronti in virtù dei suoi trascorsi criminali.

Il trentatreenne, originario di Foggia, è noto alle Forze dell’ordine per  plurimi precedenti penali, quali estorsione, rapina aggravata, stupefacenti, minacce con armi, nonché guida reiterata senza patente o sotto l’effetto di alcol, sostituzione di persona, resistenza, violenza e ripetute false dichiarazione rese al Pubblico Ufficiale nel corso dei controlli a cui è stato sottoposto.

La costante attenzione rivolta dalle forze di Polizia all’area garganica, ha permesso di individuare una donna sentimentalmente legata all’uomo: seguendo le sue tracce gli operatori di polizia sono riusciti a risalire ad un piccolo appartamento del centro storico di Monte sant’Angelo  ove aveva trovato rifugio il ricercato.

Nel corso della successiva perquisizione è stata altresì rinvenuta modica quantità di sostanza stupefacente del tipo marjuana, per la quale la donna è stata segnalata amministrativamente alla competente Prefettura.

Foto: repertorio.