Gallo e i suoi ragazzi vincono e convincono. Monopoli battuto in trasferta con il più classico dei risultati (0-2)   

Il Foggia va a prendersi a Monopoli i due punti persi in casa lunedi’ scorso contro l’Avellino, con pieno merito e con una gara ineccepibile sotto l’aspetto  tattico,  fisico e atletico, (  a proposito mi sembra doveroso  mettere  in evidenza l’eccellente lavoro del preparatore atletico del Foggia, Massimiliano Botto, un professionista di indubbio e provato valore) dominata dal 1° al 95° minuto.
L’ennesimo  capolavoro di Fabio Gallo  che ha imbrigliato i biancoverdi nella loro meta’ campo senza permettere alla squadra allenata da  Pippo Pancaro di creare, se non in maniera sporadica e senza continuita’, nessuna azione che potesse mettere in difficolta’ la difesa rossonera.
Sei partite senza sconfitte ( 4 vittorie e 2 pareggi)  hanno permesso al Foggia di mettersi in piena corsa per posizioni di classifica adeguate ai programmi di una squadra che finalmente ha trovato la sua dimensione e che si appresta ad incontrare mercoledi’ il Crotone per un ottavo di Coppa Italia a eliminazione diretta che puo’ portare oltre alla qualificazione maggior autostima e maggiori certezze in un gruppo di calciatori ormai con una idea e con concetti di gioco concreti che portano risultati evidenti e sostanziali.
A questa squadra pero’, diciamolo fuori dai denti, manca qualcosa e siamo certi che  Matteo Lauriola direttore sportivo esperto e competente lo sa bene e se si vuole fare un ulteriore salto di qualita’ nella seconda parte di questo campionato bisognera’ portare nel prossimo mercato di gennaio a Foggia almeno tre elementi per completare, come piu’ volte detto e scritto, una squadra costruita in estate in maniera poco funzionale,  che  per  una serie di colpe molto evidenti di fatto non ha saputo  ottenere risultati oltre a non aver saputo valorizzare le caratteristiche dei calciatori  a disposizione.
Sara’ importante sicuramente andare avanti in  Coppa ma subito dopo il pensiero andra’ rivolto inevitabilmente al  derby di domenica prossima contro i cugini dell’Audace Cerignola, una partita dai tanti risvolti, primo tra tutti la sana ivalita’ campanilistica ma principalmente i tre punti in classifica che servono a tutte e due le squadre  ma ancor di piu’ alla squadra rossonera per continuare il trend positivo che dura da sei turni e che i ragazzi di Gallo non hanno nessuna voglia di interrompere.

Bruno Arcano