La Viterbese ferma il Foggia (1-1) con un colpo di testa. Trema ancora la traversa di Balde

Il Foggia gioca un secondo tempo più grintoso e in trenta minuti colleziona più azioni pericolose che nelle ultime due partite. Non basta la rete di Rocca ed il rientro nella ripresa di Curcio per conquistare i tre punti. La Viterbese ha giocato a viso aperto ed ha conquistato un pari anche con un pizzico di fortuna.

La cronaca. Il Foggia inizia la gara con un buon ritmo e rapidi cambi di campo con Rocca che sembra essersi reintegrato perfettamente come faro del reparto avanzato. Per segnare il primo tiro nello specchio della porta bisogna attendere il 26′ con una conclusione di Bensaja finito tra le braccia di Fumagalli. 40′ Calcio di rigore per il Foggia con Dell’Agnello che aggancia bene un pallone in area e viene messo giù. Dal dischetto Rocca non fallisce. 45′ Dell’Agnello per D’Andrea che gira a rete, ma la palla finisce di poco a lato.

La ripresa si apre con la rete del pareggio degli ospiti al 3′ con un colpo di testa di Baschirotto lasciato libero di colpire al centro dell’area di rigore. 60′ Curcio, appena entrato in campo al posto di Dell’Agnello, va nello stretto ed il portiere si oppone come può, poi la difesa allontana. 71′ Ancora Curcio ed il portiere che para in due tempi. 76′ Curcio per Garofalo che non trova lo specchio della porta. 81′ Traversa di Balde e palla che ritorna in campo, poi l’azione si spegne. La Viterbese riparte in contropiede e cerca di far mala ad un Foggia sbilanciato. Espulso Marchionni al 94′. Finale nervoso con Anelli e Fumagalli ammoniti. Finisce in parità con qualche recriminazione dei padroni di casa.