Basta un primo tempo grintoso per battere il Palermo. Altri tre punti al Foggia

Concetrato, grintoso, capace di trasformare ogni sortita in avanti in una occasione da rete. Ha impressionato la squadra di Marchionni nel primo tempo di una sfida di altri tempi contro un Palermo mai domo. Poi nella ripresa solo grande confusione in campo e poche emozioni con i rossoneri che riescono ad addormentare la gara a proprio vantaggio. Una vittoria che spinge ancora in alto in classifica il Foggia che può guardare con fiducia alle prossime gare, tutte in trasferta fino alla fine dell’anno.

La cronaca. 3′ Prima occasione per il Foggia con D’Andrea che anticipa portiere e difensore mettendo la palla di un soffio fuori dallo specchio della porta. E mentre il Palermo sembra aver preso le misure al Foggia, al 17′ D’Andrea servito bene sulla destra entra in area di rigore ed infila l’incolpevole Pelagotti. 19′ Palo di Floriano per il Palermo. 35′ Rocca, migliore in campo, va centralmente, si posizione per il tiro e colpisce dal limite dell’area di rigore con un rasoterra che punisce il Palermo. 40′ Ancora Foggia vicino alla rete con D’Andrea che mette al centro, ma Vitale arriva con un attimo di ritardo e spedisce il pallone sul fondo.

Nella ripresa il Foggia cerca di controllare la gara con gli ospiti che cambiano 4 uomini ma senza creare pericoli in avanti. All’80’ ci prova Valente che recupera una corta respinta della difesa rossonera ma colpisce male il pallone spedendolo alto sulla traversa. Al primo minuto di recupero Del Prete non consente a Valente di segnare dopo aver superato Fumagalli. Foggia vittorioso, bravo ma anche fortunato si porta a casa i tre punti con il più classico dei risultati.