Pari con la Turris. Rossoneri due volte sotto, recuperano con merito

Gara piacevole e Foggia che fa capire di essere un lontano parente della gara contro il Bisceglie. Un pari che sta stretto al Foggia per quanto fatto vedere nella ripresa contro un avversario capace di passare due volte in vantaggio. L’ingresso di Salvi rende più fluida la manovra e per poco il Foggia non porta a casa l’intera posta in palio. Contro la Turris la prova che questa squadra ha bisogno di un nuovo attaccante ma che riesce finalmente a giocare al calcio.

La cronaca. 13′ Curcio prova a girare al volo in area, finisce per servire D’Andrea che di testa fallisce il possibile vantaggio rossonero. La risposta della Turris al 17′ con Longo che ribadisce a rete dopo la traversa colpita da un compagno di squadra. Azione partita su errore difensivo di Gavazzi. 26′ Ancora Longo di testa ad un passo della porta fallisce il raddoppio. 33′ Conclusione di Gentile, il portiere mette in angolo. Allo scadere del primo tempo ci prova Curcio dal limite dell’area di rigore. Palla di poco a lato. 52′ Turris torna in vantaggio su contropiede con Fumagalli che si fa passare il pallone sotto le gambe su conclusione di Pandolfi. Il Foggia raggiunge il pari al 68′ con il rigore di Curcio dopo il fallo subito da D’andrea. Rossoneri che continuano a macinare gioco e occasioni, compreso un rigore molto vistoso non visto dall’arbitro. Al 90′ Germinio di testa trova la pronta risposta del portiere. Finisce 2a2 con i rossoneri che aggiungono il primo pari in campionato.