100 anni di Foggia. Gli auguri dei tifosi. E chi conosce bene la serie D assicura che i rossoneri non la rivedranno più

Il Foggia festeggia il suo centenario calcistico. Nelle ultime ore è stato presentato il logo che rappresenterà un secolo di storia rossonera e che sarà presente sulle maglie di gioco del prossimo campionato. Intanto, sono tantissime le azioni dei tifosi sparsi in tutto il mondo per celebrare questo momento, così come sono tanti gli auguri di personaggi del mondo dello sport e delle istituzioni. Tutto questo mentre si attende di conoscere il verdetto extra calcistico del girone del Foggia in quarta serie. A parlare è uno dei personaggi più esperti dei campionati dilettantistici.

“Il Foggia è stato e lo sarà sempre uno dei punti di riferimento nel calcio nazionale. Oggi si festeggia il centenario soffocati dalle conseguenze del Covid-19 e dall’incubo della serie D, una categoria difficile e che ho avuto modo di conoscere bene in questi ultimi anni di partecipazione societaria nelle squadre dell’Alto Tavoliere. Il Foggia, se non ci fosse stato lo stop causato dal Coronavirus, avrebbe vinto sicuramente il campionato perché ha una grande forza reattiva”.

Paolo Dell’Erba, imprenditore di Apricena e appassionato di sport, non si è mai tirato indietro quando c’era da partecipare ad azioni di sostegno per salvare il Foggia. Dell’Erba fa gli auguri al Foggia ed ha la certezza che la rinascita sportiva sia già in atto. “È un spreco tenere il Foggia in serie C, figuriamoci in serie D. Sono sicuro che non finirà come si paventa in questi giorni e che il Foggia avrà modo di giocarsi tutte le carte per lasciare la quarta serie. Sarebbe un piccolo riconoscimento per questa straordinaria tifoseria”.