Inclusione a “distanza”. Protagonisti gli studenti dell’Assori

Il difficile momento determinato dal Covid-19 e l’invito a restare a casa sono senza mezzi termini le priorità per tutti i foggiani. Però, restando a casa, possiamo dedicare del tempo alla “Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, io resto a casa consapevole” che ricorre ogni anno, indetta dal 2007 nella giornata del 2 aprile dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.
L’AS.SO.RI. Onlus di Foggia ha da subito preso parte a questo momento di sensibilizzazione cercando di evidenziare l’importanza della vicinanza della comunità alle persone con autismo e alle loro famiglie. Anche in questa fase delicata del Coronavirus, l’ AS.SO.RI. ha inteso partecipare con attività a distanza. Alcuni scatti (che trovate in allegato) ritraggono gli studenti della scuola AS.SO.RI. impegnati a casa in attività ludiche, ricreative ed istruttive. In questi giorni i genitori hanno raccolto delle immagini di questi momenti di vita quotidiana che abbiamo voluto definire “scatto inclusivo”, per rappresentare la serenità con cui bambini e ragazzi vivono questo periodo dove non possono esserci contatti con il mondo esterno. Ancora una volta l’AS.SO.RI. è vicina alle famiglie a sostegno del progetto educativo di ciascuna di loro, con un supporto anche a distanza. Ogni bambino vive un percorso educativo altamente personalizzato e la scuola dell’AS.SO.RI. è attenta al progetto del singolo, rispettando tutte le differenze.