Carabinieri nell’ex Distretto militare di Foggia

Continuano i controlli a tappeto dei Carabinieri di Foggia; dopo il Palazzo ex ONPI, i garage di Borgo Mezzanone e l’area dei container di via San Severo è stata la volta dell’ex Distretto Militare, dove l’Arma del Capoluogo Dauno ha effettuato delle perquisizioni domiciliari, rinvenendo dei colpi di pistola e una targa che, appartenente a un’auto sottoposta a fermo amministrativo, è stata sequestrata per accertamenti.

Al termine delle perquisizioni un foggiano, cl ’73, è stato denunciato per il possesso ingiustificato delle munizioni.
Nello stesso contesto operativo, è stato tratto in arresto, per tentato furto in abitazione, un foggiano di 46 anni, gravato da numerose vicende giudiziarie, anche per reati dello stesso genere. Le molteplici segnalazioni di tentato furto di biciclette dagli androni di più palazzi in via Liceo a Foggia, pervenute al numero unico di emergenza 112, hanno fatto scattare immediatamente le ricerche dell’uomo. Il malfattore, messo in fuga da alcuni proprietari, si è poi recato presso il mercato di via Rosati ove provava a vendere, in modo maldestro, due biciclette di dubbia provenienza. L’equipaggio, in perlustrazione in quel momento per le vie del centro cittadino, è intervenuto prontamente e seguendo le indicazioni del cittadino che aveva allertato i militari, ha individuato e tratto in arresto il malvivente.
La perquisizione personale permetteva il rinvenimento di uno scalpello in ferro di colore rosso di circa 25 cm, descritto anche dalle vittime stesse come strumento utilizzato per forzare i portoni di ingresso dei condomini.
Non riuscendo a giustificare il possesso delle biciclette l’uomo è stato accompagnato alla Caserma Guglielmi e, al termine degli accertamenti di rito, è stato arrestato per tentato furto e deferito in stato di libertà per ricettazione.
L’uomo, al termine delle operazioni, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.