Il Foggia rincorre la vetta. Battuto il Nardò (0-1). Fumagalli fa ancora la differenza

La gara di Nardò è il classico esempio di quello che è l’inferno della serie D. Campo al limite della praticabilità, palloni in tribuna, falli ripetuti. Speriamo che finisca subito e bene questo campionato e che al più presto il Foggia prenda le distanze in classifica. Le prossime due partite si disputeranno allo Zaccheria e potrebbe essere l’occasione giusta per prendere il largo in attesa che a dicembre si possa dare qualche innesto determinante nello scacchiere di mister Corda.

La cronaca. Rossoneri che sbloccano la gara alla prima vera occasione con Cittadino, che ottiene la convalida della rete dopo un attimo di indecisione della terna arbitrale. Poi la reazione del Nardò. In due occasioni Funagalli chiude la strada a Camara che tutto solo si fa parare dal portierone del Foggia. Nella ripresa ci pensa Tortori a creare pericoli alla porta avversaria, al 65′ con un tiro ravvicinato. In fase si recupero Campagna fallisce il raddoppio. Rossoneri che portano a casa tre punti su un campo impossibile.