Il Foggia recupera e rischia di vincere (3a3). Tanta paura per Viscomi (trauma commotivo)

Se bisogna salvare qualcosa di questa partita sicuramente la grande reazione aggressiva del Foggia che ha saputo recuperare un risultato che sembrava ormai segnato negativamente. Gli attaccanti continuano a non segnare e si buttano troppi palloni in avanti senza idee. Quanti errori difensivi e quante cose ancora da sistemare (formazione iniziale sbagliata?). Serve subito un rinforzo in avanti e molta chiarezza a centrocampo dove Gentile non riesce a dare il giusto impulso.

La cronaca. 3′ Santoro fa partire dal limite un tiro angolato ma debole che beffa Fumagalli. Vantaggio ospite. Immediata risposta del Foggia con Tortori e Salines. Nulla di fatto. 17′ Contropiede del Gravina e Santoro deve solo definire in rete una palla ben servita dalla sinistra. Il Foggia si propone in avanti ma la reazione è sterile. Brutto fallo del portiere Loliva su Viscomi. Il difensore del Foggia perde i sensi. Momenti di paura allo Zaccheria. Poi si riprende. In ospedale gli viene riscontrato un trauma commotivo. 35′ Foggia accorcia le distanze con Anelli. 41′ Terza rete del Gravina, ancora con Santoro. 47′ Traversa per il Foggia. 50′ Russo solissimo davanti al portiere spreca incredibilmente. La ripresa si apre con una spettacolare parata di Loliva su punizione di Cittadino. Al 10′ Gentile si trova sui i piedi il pallone del 2a3 ma la conclusione finisce a fil di palo. 16′ Espulso Di Modugno del Gravina. 28′ Ancora Anelli segna per il Foggia che approfitta di una palla non trattenuta dal portiere. 36′ Rigore su Iadaresta. Batte Gentile che pareggia. Nel finale viene annullata una rete al Foggia che ci prova fino all’ultimo secondo di gioco a fare il colpo del 4a3. Finisce in parità con un Gravina che può vantarsi di una prestazione maiuscola del suo attaccante Santoro ed una discreta organizzazione di gioco.