Elezioni, assenza di dibattito politico. Ad eccezione di Moldaunia. Forse unico vero segno di cambiamento

A pochi giorni dalla presentazione delle liste, IDEA e Moldaunia si preparano ad animare un dibattito politico che vede assente l’attore principale: la politica. A riguardo è intervenuto il coordinatore cittadino di Foggia Lino Albanese.
“Come lista civica chiediamo al futuro sindaco di Foggia di istituire un super assessorato all’agricoltura in grado di disegnare il percorso economico e sociale del territorio; di agevolare le attività commerciali della città attraverso una serie di iniziative dirette ad incentivare il commercio; la richiesta di referendum per la Moldania”. Ed è proprio la Moldaunia ad animare il dibattito cittadino. Non si parla di programmi futuri per Foggia, perché l’unico tema sensato resta la Moldaunia che pone da una parte gli assolutisti di una Puglia che si regge solo un marchio (capace solo di succhiare il midollo della Capitanata e spalma i godimenti nelle altre zone della regione) e coloro che chiedono un atto di democrazia per vedere se dopo 50 anni di continue penalizzazioni la provincia di Foggia può vivere di luce propria ed autonoma. “Per troppo tempo a Bari hanno segnato il nostro cammino -continua Albanese- affossandoci anche attraverso l’incapacità dei nostri rappresentanti politici locali. È il momento del cambiamento. Foggia sembra averlo capito”.