Foggia, salto nel buio. Sconfitta allucinante. Troppa imprecisione in avanti

Sconfitta tremenda a Venezia. Un rigore (fallo di Iemmello) condanna il Foggia in una gara che i rossoneri avrebbero vinto ai punti 10 a 0. Tante proteste per il rigore assegnato ma il Foggia deve mordersi le mani per aver sprecato tantissimo. Tre punti al Venezia che mettono nelle condizioni i padroni di casa di essere in vantaggio sul Foggia anche in caso di palu out.

La cronaca. Parte forte il Foggia con una conclusione al quarto minuto di Gerbo messa in angolo dal portiere ed una di Mazzeo che finisce di poco alta. 16′ Palla per Deli che chiude una splendida triangolazione con Mazzeo e Iemmelo ma la palla finisce fuori. 33 Rigore per un fallo discutibile di Iemmello in fase difensiva. Batte Di Mariano che colpisce il palo e poi la palla va verso la rete. Vantaggio che arriva dopo un inizio di reazione da parte del Venezia che stava guadagnando terreno. 48′ Zambelli batte al volo. Conclusione di poco fuori. 50′ Tiro di Iemmello il portiere devia in angolo. 59′ Punizone di Kragl dal limite, solo angolo. 74′ Mazzeo chiudenbene una triangolazione ma sull’ansia conclusione il portiere compie un autentico miracolo. Finisce con un assalto del Foggia che non concretizza sotto la curva dei 1500 tifosi rossoneri un pari strameritato. Rabbia e delusione che non devono far mollare nella lotta alla retrocessione.