Il Foggia fa tremare il Brescia ma poi viene condannato da un rigore. Finisce 2a1 per i padroni di casa

Il Brescia è squadra di categoria supoeriore, ma se non conoscessimo la classifica diremmo che si è trattata di una sfida di vertice. Il Foggia scivola su un rigore assegnato con troppa facilità (l’ennesimo) e non riesce a conquistare anche un solo punto (era passato persino in vantaggio), nonostante una grande prova dei rossoneri. Non era questa la partita da vincere, ma la situazione del Foggia non consente di lasciare nulla di intentato. La cronaca. 5′ vantaggio del Foggia con Galano servito da Mazzeo sulla sinistra che controlla e sfoga tutta la sua rabbia infilando la porta del Brescia. 6′ Salvataggio di Ranieri che evita il pareggio del Brescia con Torregrossa. 8′ Errore difensivo del Foggia con i padroni di casa che falliscono una occasione d’oro alzando sulla traversa. 20′ Siluro di Kragl sul gancio d’angolo corto. Palla di poco fuori. 28′ Foggia vicino al raddoppio con Loaiacono. Rossoneri perfetti in avanti, distratti in difesa. 32′ Pareggio del Brescia su punizione con Martella. 39′ Leali chiude la porta a Torregrossa evitando la rete. 43′ conclusione di Sabelli da buona posizione, palla alta.Secondo tempo che si apre con il Brescia in avanti con Torregrossa ancora pericoloso sotto porta. 53′ Deli scende a fondo campo, mette al centro e Galano viene anticipato di un soffio. Sul calcio d’angolo Mazzeo ad un passo dalla porta colpisce male il pallone che finisce sul fondo. Rossoneri che sembrano conquistare metri di campo. 63′ Rigore per il Brescia con Torregrossa atterrato da Loiacono (molte le proteste rossonere). Batte Donnarumma, para Leali ma sulla corta respinta l’attaccante mette nel sacco. 76′ Iemmello di testa, palla di poco a lato. Nel finale forte pressione rossonera in area avversaria ma è mancato un pizzico di fortuna per riprendersi una partita che si poteva pareggiare. Si torna in campo sabato allo Zaccheria contro lo Spezia. Mentre nel turno infrasettimanale i rossoneri resteranno a riposo.