Atti di “disturbo” al Foggia Calcio. Proprio mentre si stanno risolvendo i problemi economici

Una notte movimentata per la società rossonera già alle prese con numerosi problemi, a cominciare dai punti di penalizzazione di inizio campionato di serie B, alle difficoltà economiche delle ultime settimane che potrebbero mettere a rischio il pagamento degli stipendi e per finire la sconfitta di ieri a Lecce. Durante la notte ignoti hanno cosparso di liquido infiammabile l’auto del calciatore Iemmello, accusato da alcuni tifosi di scarso impegno. A distanza di poche ore sono stati lanciati dei petardi all’interno del pastificio Tamma, Azienda dei fratelli Sannella proprietari del Foggia Calcio. Ancora un episodio nella notte con un altro petardo fatto esplodere nel giardino dell’abitazione del calciatore Busellato, espulso nella gara contro i salentini. Il Foggia Calcio condannando gli episodi assicura però che nelle prossime ore saranno risolti i problemi economici.

Intanto la società ha preso posizione sui farti della scorsa notte. Ecco il testo integrale.

La società Foggia Calcio e la Famiglia Sannella esprimono tutto il proprio sdegno per i vili attentati subiti nella notte di ieri. Comportamenti meschini che nulla hanno a che vedere con il Calcio e con il tifo, ed il cui unico risultato è stato quello di infangare  l’immagine di una intera comunità.
Sono sotto gli occhi di tutti gli enormi sforzi economici fatti dalla Famiglia Sannella per sostenere questa Città e la sua squadra.
Sforzi che non possono essere certo ignorati per le difficoltà del momento, al cui superamento la famiglia Sannella è quotidianamente impegnata con la passione e l’impegno di sempre. Da qui l’invito ai tifosi, quelli veri, a stringersi ora più che mai intorno alla squadra e ai suoi colori, certi che, remando dalla stessa parte, riusciremo a non darla vinta a chi ieri ha provato a farci del male.
Fonte Foggia Calcio