Saltano i nervi a Lecce. Crolla il Foggia nel derby

Un primo tempo equilibrato, poi la differenza la fa La Mantia. Il Foggia poteva e doveva osare di piu, contro un Lecce che non ha fatto molto per vincere la partita. La classifica parla chiaro con i salentini in corsa per la promozione diretta. A cercato di usare la testa in campo la Squadra di Padalino e all’unica disattenzione ha preso la rete dei leccesi. Ora non bisogna perdere la concentrazione e guardare al prossimo impegno casalingo con il Cittadella sperando che domani Livorno, Venezia, Crotone, Ascoli e Cremonese non facciano punti importanti.

La cronaca. Padalino getta nella mischia la coppia Mazzeo-Iemmello dal  primo minuto. Primo squillo della gara a firma di Falco che coclude centralmente. Foggia che gestisce bene la partita rischiando poco nei primi venti minuti. 32′ Tiro dalla distanza di Tachtsidis e palla fuori bersaglio. Prima frazione di gara che si chiude con un brivido in areandi rigore leggere, con i padroni di casa che si rifugiano in angolo. La ripresa si apre con un tiro di Petriccione e la pronta risposta di Leali. 59′ La Mantia sblocca il risultato di testa liberandosi della marcatura di Loiacono. 65′ Iemmello in area per Mazzeo anticipato al momento della battuta a rete. 72′ Ci prova Falco a girare a rete ma la conclusione è debole. Il Foggia prova a riorganizzarsi con l’innesto di Chiaretti e Cicerelli, ma non si creano occasioni. 90′ Espulsione di Busellato per aver detto qualcosa di troppo all’arbitro Nasca. Foggia che comunque non ha mai dato la sensazione di voler far male al Lecce. Peggiore in campo: Loiacono. Migliore: Difficile dirlo